blog di stefano

Tags:
Ecco come fornire informazioni diverse con bind, a seconda del client che ha effettuato la richiesta.
Questo sistema può essere utile nel caso dei server siano dietro un NAT e abbiano un indirizzo diverso a seconda della rete in cui si trova il client.

modifichiamo named.conf :
Tags:

vediamo come impostare un sistema di dhcp e dns automatico, in modo che quando il server dhcp rilascia un indirizzo, automaticamente venga aggiornato il nostro server dns.

rimuoviamo le vecchie versioni, e installiamo le nuove

debmirror -p -v -d etch --ignore-small-errors --ignore-release-gpg --method=http --host=debian.fastweb.it --nosource ./etch

Tutto il codice indicato si riferisce a modifiche da apportare al file di configurazione

Tags:
  1. Creare lo scheletro base di un vserver; se possibile usare lo stesso ip del server che dovrà essere migrato
  2. rsync del vserver dal primo host al secondo:
    		# rsync -av --numeric-ids /vservers/vps1 root@host-2:/vservers
    	
  3. Arrestare il server da migrare:
Tags:
apt-get install gs-gpl

creare pdflp.sh in /usr/local/bin
#!/bin/bash
ps2pdf - $1/$(date +%Y%m%d-%H%M%S)-$$.pdf

sudo chmod +x /usr/local/bin/pdflp.sh
sudo mkdir -p /var/spool/pdf
sudo chown lp:lp /usr/local/bin/pdflp.sh /var/spool/pdf

Ovviamente, il lavoro "sporco" deve essere fatto a partizione smontata

# lvs             
LV      VG   Attr   LSize   Origin Snap%  Move Copy% 
lv-a    vg0  -wc-ao 500.00M            
# lvextend -L +300M /dev/vg0/lv-a
# xfs_growfs /dev/vg0/lv-a
# lvs
LV      VG   Attr   LSize   Origin Snap%  Move Copy% 
lv-a    vg0  -wc-ao 800.00M
Tags:
E se da una distribuzione live che non effettua automaticamente il riconoscimento di volumi LVM2 avessimo bisogno di accedere ai dati contenuti in tali volumi?
Semplice, i passi da fare sono veramente pochi :-)

1) scansionare i dischi alla ricerca di volumi fisici LVM (partizioni LVM)

Per convertire un filesystem ext2 in ext3, senza perdere i dati, basta lanciare, a partizione SMONTATA il comando

tune2fs -j /dev/partizione

bisognerà poi modificare il file /etc/fstab cambiando il tipo di filesystem da montare in ext3

Tags:

Ecco come abilitare il controllo delle quote per utente/gruppo in un server virtualizzato con linux-vserver versione 2:

# echo "quota_ctl" >> /etc/vservers/<server_name>/ccapabilities

(no, non è un errore di battitura, è proprio ccapabilities)